16 Giugno 2024
NewsRadioascolto

TV-DX, ancora un estate per farlo

Se ne parlava già qualche mese fa sullo switch-off della TV analogica di alcune (e ultime) nazioni mentre buona parte dell’Europa già è pronta al passaggio del DVB-T2.

Dopo circa 2 anni e mezzo, inizialmente previsto il 31 dicembre 2017 e dopo posticipato al Marzo 2020, la Moldavia sembra ancora non pronta a innovarsi tecnologicamente. Le ragioni sono tante: dall’instabilità politica del paese all’attuale e peggioramento della crisi economica causata dal Covid-19. Insomma, le famiglie non hanno soldi per acquistare il decoder da abbinare alle vecchie televisioni. Di certo, anche l’emittenti radio e televisive non se la passano meglio, anche per sostenere i costi di affitto delle bande per la gestione dei MUX. Da considerare che la copertura DVB-T2 nazionale copre circa il 97%.
Dopo aversi dato come orizzonte Maggio, ultima soglia sarà il 31 Dicembre 2020, quale termine per definire il tutto: il 2021 sarà (o dovrà essere) l’anno definitivo per “regolarizzarsi” con i sistemi di ultima generazione e ripartirsi anche le frequenze in previsione del 5G.

Intanto noi radioamatori, o i più “addicted” SWL, con un vecchio televisore analogico, o per i più innovativi che utilizzano vari ricevitori SDR e software (vedasi SDR# con i relativi plug-in), con una normale antenna dei 50 MHz puntata verso l’Est, con l’aiuto di una buona propagazione possiamo ancora ricevere qualche segnale TV robusto in analogico da questa nazione.

La canalizzazione da seguire sarà prevalente sulla “nostra” banda I VHF, la “loro” R2 e R3, ovvero R2 con frequenza video di 53.75 MHz e audio di 59.25 MHz; R3 con frequenza video di 77.25 MHz e audio du 82.75 MHz.

Buon TV-DX.