Radioamatori ARI al castello Alfonsino per promuovere Brindisi nel mondo

Radioamatori ARI al castello Alfonsino per promuovere Brindisi nel mondo

Attività radiantistica e sperimentazione delle onde radio sabato 11 settembre, in occasione della giornata per la valorizzazione delle isole italiane

Radioamatori presso l’isola di Sant’Andrea nel 1990
Isola S Adrea_Castello Alfonisino-2Dalle ore 9.00 circa verrà allestita una vera e propria stazione radio autonoma con l’ausilio di antenne ed apparecchiature radioamatoriali. Scopo della manifestazione sarò quella di  effettuare collegamenti nella banda dei “7 e 14 Mhz” utilizzate dai Radioamatori in tutto il mondo, sia in fonia (voce), radiotelegrafia (cw) ed i nuovi modi digitali (FT4), quest’ultimo possibile interfacciando un computer ad un ricetrasmittitore.

Ari Brindisi - un radioamatore-2

L’attività ha lo scopo di promuovere Brindisi nel mondo, il radiantismo, la ricerca scientifica. Alle stazioni che collegheranno i radioamatori dall’isola verrà inviata una cartolina (Qsl).  Non è la prima volta che l’Isola di Sant’Andrea viene scelta dall’Ari Brindisi per sperimentare le onde radio utili anche per le comunicazioni alternative di emergenza. Già nel 1990 venne attivata una stazione radio.

L’Ari da oltre quarant’anni gestisce una “maglia radio” presso le Prefetture d’Italia, il Dipartimento della Protezione Civle e le navi della Marina Militare.La Sezione Ari di Brindisi, fa parte del Centro Coordinamento Soccorsi della Prefettura locale e nell’ambito delle radiocomunicazioni alternative di emergenza periodicamente svolge delle “prove di sintonia” dalla sala Operativa di Piazza Santa Teresa, collegando le varie Prefetture ed Enti coinvolti nell’esercitazione. Appuntamento quindi sabato 11 settembre a partire dalle ore 9.00