23 Aprile 2024
News

449ma Esercitazione delle “Prove di sintonia” – Radiogramma della Marina Militare Italiana

Dalla sala radio della Prefettura di Brindisi si è svolta la 449ma esecitazione di “Radiocomunicazioni Alternative di Emergenza” gestite dall’ARI, Associazione Radioamatori Italiani sezione di Brindisi.

L’esercitazione di Protezione Civile ha coinvolto circa 50 Prefetture da Aosta a Caltanissetta, passando da nord a sud per tutto lo stivale: la convocazione del Ministero dell’Interno, giunta anche a Brindisi, prevedeva il collegamento radio sia nella classica fonia ma anche in modalità digitale PSK, utilizzando le frequenze delle onde corte assegnate ai Radioamatori.

Le onde radio trasmesse dai Radioamatori di Brindisi hanno veicolato i messaggi tra le varie Prefetture e il dipartimento della Protezione Civile di Roma. Come spesso accade, anche in questa occasione, ha partecipato all’esercitazione Nave Libeccio della Marina Militare Italiana in navigazione nel Mediterraneo.

Il marconista di bordo della nave identificata dal nominativo internazionale “IALI”, durante l’esercitazione ha trasmesso in fonia un “radiogramma” di soccorso destinato ai radioamatori e preceduto ovviamente dalla parola “esercitazione” per scongiurare falsi allarmi.

Il messaggio, ricevuto dalle stazioni radio allestite nelle Prefetture coinvolte all’esercitazione, è stato trascritto su un modulo cartaceo ed inoltrato direttamente al Dipartimento della Protezione Civile per tramite della Prefettura di Varese, coordinatrice e capomaglia dell’attività.

Con il radiogramma di soccorso sono state trasmesse le coordinate precise di un natante in grave avaria che imbarcava acqua e con sei persone a bordo,oltre ad altre informazioni per il recupero in mare.

E’ stata la prima volta che durante le “prove di sintonia” delle Prefetture, un messaggio di soccorso, trasmesso da un’unità della Marina Militare Italiana, viene ricevuto da stazioni di Radioamatore e da questi inoltrato al Dipartimento della Protezione Civile.

Le stazioni di Radioamatore delle Prefetture, sono una preziosa rete alternativa ai canali ufficiali di comunicazione di emergenza: senza far uso di satelliti e rete cellulare i messaggi vengono direttamente trasmessi e ricevuti con una semplicissima antenna filare tesa sul tetto dell’edificio e connessa alla radio in onde corte.

I radioamatori con questi semplicissimi mezzi garantiscono il collegamento diretto ed immediato con qualsiasi stazione ugualmente attrezzata, non vincolata al web ed alle reti telefoniche che, in situazioni di emergenza, potrebbero essere non accessibili o malfunzionanti.

In pochi istanti in ausilio alle Forze dell’Ordine, sulle frequenze delle corte i Radioamatori possono attivare delle reti alternative di comunicazione di emergenza per veicolare messaggi di soccorso in ogni dove. In sottorete locale VHF, grazie ai ponti radio realizzati dai Radioamatori ed installati in posizioni strategiche, si possono veicolare i messaggi ai COM dei Comuni interessati alle operazioni di soccorso.

Un contributo prezioso, gratuito e disinteressato che da 40 anni anche i radioamatori della Sezione ARI Brindisi e con la collaborazione della Prefettura, danno alla collettività.