Le radio e i Fari: International Lighthouse Heritage Weekend a Torre Canne

Sabato  22 agosto, in occasione dell’International Lighthouse Heritage Weekend organizzato dall’Association of Lighthouse Keepers (UK), la Sezione ARI di Brindisi coadiuvata dall’E.R.A. (European Radioamateurs Association) Grande Salento di Brindisi, nel rinnovato e restaurato scenario del faro costiero di Torre Canne (frazione di Fasano a circa 50 km a Nord del capoluogo di Provincia), hanno dato vita a una vera e propria installazione radio completa operante sulle bande HF assegnate ai radioamatori.
In pochi minuti la stazione composta da un ICOM IC7300 e un’antenna multibanda erano già on-air, mentre alcune copie di Radio Rivista venivano distribuite tra i passanti.

Sono stati effettuati collegamenti nelle modalità fonia e telegrafia con altre stazioni presenti in altri fari italiani, europei e anche di oltre continente, attivando la referenza con la sigla PU-009 ITA-150 che è attribuito al faro di Torre Canne.
I radioamatori presenti erano Gilberto Zezza IK7LMX, Emiliano Perago IZ7DPB, Federico Bungaro IU7EXS e Maurizio Saponaro IU7COR (ex IK7IMT – all’epoca Segretario e Vice Presidente della sezione). Subito dopo si sono uniti  (di passaggio) all’evento Tommaso I7YMW – di Fasano – e Nicolò IK7LSE – di Monopoli –  operatore telegrafista a cui gli è stato ceduto tasto e cuffie.

L’occasione è stata buona per poter spiegare e dimostrare chi sono e cosa fanno i radioamatori, che la radio, nonostante i sistemi di comunicazione di telefonia mobile, è uno strumento che permette di fare comunicazioni a lunga distanza a livello globale e non (comunicazioni satellitari), anche in condizioni critiche dove la copertura telefonica fissa e mobile non arriva o in condizioni di emergenza. 

L’ottima riuscita dell’evento, sia per tutti noi un augurio di riproposta per far modo che rimanga acceso l’hamspirit e la cultura storica dei fari.

Si ringraziano tutti i partecipanti, in particolare Sergio Masciopinto I7ZTM (ex farista della Marina Militare – oramai in pensione), i suoi figli Claudio e Manuela per il gradito invito.